Gli stili: Birra Lager

Gli stili: Birra Lager

AMERICAN LIGHT LAGER

  • Light/Standard/Premium: la tipica birra americana, canadese, giapponese, messicana e australiana. Il colore varia da paglierino chiaro fino all’oro chiaro, gli aromi sono equilibrati e fini, con lievi sfumature fruttate. Sapore asciutto e secco, può avere note di dolce. Corpo molto leggero, dovuto a notevoli quantità di aggiunte di cereali non maltati come riso o grano. Le Light hanno 1/3 delle calorie in meno delle Standard; le Premium invece hanno maggiori quantità di malto.
  • Malt Liquor: simili alle American Lagers, ma dotate di un maggior contenuto alcolico, dovuto all’aggiunta di zuccheri. Il colore va dall’oro all’ambra, con uno scarso sentore d’amaro, sapore e odore di luppolo.
  • Dark: versione colorata delle American Lager. Il colore di solito è derivato dall’uso di sciroppi di caramello scuri, che conferiscono il caratteristico colore bronzeo. Sotto il profilo olfattivo e gustativo sono simili alle American Standard.
  • Classic (Pre-Prohibition): uno stile di American Lager, morto durante il periodo di proibizionismo. Realizzata impiegando orzi polistici e mais, è caratterizzata da un sapore dolce che è contrastato da buoni livelli di luppolo. Colore dall’oro pallido all’oro carico.

EUROPEAN LIGHT LAGER

Pubblicità
Pubblicità
  • Bohemian Pilsner: lo stile che ha ispirato tutte le altre lager leggere. Colore dorato più o meno intenso; l’aroma è ricco, con profumi di malto e spezie, in cui si riconosce il luppolo Saaz. Il gusto è complesso, con il dolce del malto che tende al secco, ed una punta di amaro del luppolo.
  • Northern German Pilsner: simile alla Bohemian Pils, ma più asciutta, per una differente scelta di malti, luppoli e acqua. Gusto secco, con un prominente amaro da luppolo. Corpo medio-leggero.
  • Scandinavian-Dutch Pilsner: simile alla German Pils, ma con sapori più fragranti, e un palato più leggero. Spesso realizzata impiegando aggiunte di riso o mais.
  • Dortmunder Export: più forte delle altre lager, il malto ed il luppolo sono ben bilanciati, con un deciso tocco dolce, che imposta una birra rinfrescante e fragrante.
  • Munich Helles: versione bavarese di una lager leggera. I sapori ed aromi dei grani e dei malti sono predominanti, con un distinto profilo di dolce.

GERMAN AMBER LAGER

  • Vienna Lager: la Lager ambrata originale. Il malto Vienna conferisce tutte le caratteristiche del tostato: dal colore ambra, alle percezioni di affumicato all’olfatto e gusto. Il palato ha una caratteristica dolce molto bassa, ma la fine è asciutta, con un amaro medio-basso.
  • Oktoberfest/Maerzen: la lager di Monaco, con un distinto dolce da malto e un aroma e sapore di malto tostato risultato dell’uso di malti Monaco e Vienna. Può essere dolce al palato ma dovrebbe avere un finale asciutto. I luppoli sono distintamente tedeschi, ma non sono solitamente preminenti né nel sapore né nell’aroma.

EUROPEAN DARK LAGER

  • Munich Dunkel: simili alle lager di Monaco; le versioni della regione di Kulmbach in Franconia, sono prodotte con densità maggiori e con un profilo più marcato.
  • Continental Dark: lager scure molto luppolate, di sapore asciutto, e corpo leggero.
  • Schwarzbier (Black beer): caratterizzata dell’uso di quantitativi limitati di malti tostati, che conferiscono il colore e l’asciuttezza, ma non imprimono un sapore di bruciato. Moderate nell’amaro da luppolo e da malti tostati, si distinguono per note tipiche di cioccolato secco ed amaro.

BOCK

  • Traditional Bock: lager molto forte, di colore dall’ambra al marrone scuro. Caratterizzate da un’intenso sapore e aroma di malto, che porta sensazioni di dolce. Le Bock scure spesso includono malti tostati, aggiungendo un tocco di arrostito alla complessità dell’aroma.
  • Hellesbock/Maibock: versione chiara della Bock, in confronto alla versione originale tende ad essere meno maltata e più alcolica.
  • Doppelbock: una Bock con molta più forza, solitamente intorno al 7,5% di titolo alcolometrico. Marrone chiaro o scuro, anche se ne esistono versioni chiare. Molto ricca all’olfatto, con profumi di maltato intenso. Molto corposa, ma ben bilanciata con la forza alcolica.
  • Eisbock: la versione più forte delle Bock, prodotta congelando una Doppelbock e togliendo il ghiaccio, per concentrare l’alcool. Molto corposa, con dolcezza e calore accresciuti.

 

Pubblicità